Buoni e cattivi

Giusto 2 storie che ho trovato su internet; cominciamo dai buoni:

BT (il colosso delle telecomunicazioni), oltre a essere già membro della Free software foundation, si è associato anche a fossbazaar una comunità di grandi aziende leader del mercato rivolta al software libero (ci troviamo nomi del calibro di Novell, Linux Foundation, HP, Google solo per citarne alcuni). Oltre a questo al termine dell’articolo si può leggere

In its statement, BT also said it was “committed to using free and open source software throughout its entire organization”.

Cioè: nelle sue intenzioni BT ha anche detto di essere “impegnata a usare software libero e opensource in tutta la sua struttura”.

L’articolo originale è su zdnetasia

I cattivi invece sono quelli di Foxconn: in pratica un utente dopo aver acquistato una loro scheda madre, ha scoperto che con Linux provocava dei freeze e strani errori del kernel. In puro stile Hacker, ha dissasemblato il bios della scheda madre, per scoprire che la tabella DSDT (in pratica è quella che da ai diversi sistemi operativi informazioni sull’hardware e sulla sua configurazione attraverso l’ACPI) era bacata per Linux. Contattata la Foxconn la risposta è stata “non ci interessa il problema noi non supportiamo Linux e siamo certificati solo Windows”.

Qui l’articolo orginale

Bene adesso so quale non sarà la mia prossima scheda madre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: