Eppur si muove…

Si è fatto un gran parlare (almeno negli USA) della possibile spinta all’open source del neo-presidente Obama, e effettivamente qualcosa si sta muovendo. Stando al Linux Journal pare che nel documento anticrisi American Recovery and Reinvestment Tax Act of 2009 redatto dal congresso degli USA ci sia un invito, diciamo abbastanza esplicito, all’adozione del software open source per la gestione della sanità, in particolare nelle aree rurali: qui c’è la parte di testo relativa. La motivazione? Semplice il risparmio economico, anche perchè la raccomandazione è rivolta principalmente a quelli che sono i fornitori di servizi finanziati dallo stato.
Questo è un piccolo passo per un pinguino… ops scusate questa era un’altra storia… intendevo potrà anche sembrare che un eventuale adozione di programmi aperti in un solo settore sia poco significativa, ma questo è indicativo del fatto che i politici (che nonostante negli USA non siano ottusi come certi nostri esempi – e sono bipartizan in questa affermazione) restano sempre dei non tecnici. Inoltre non dimentichiamoci che gli USA sono la patria di BigM che è sempre stata “aiutata” in vari modi dal governo (non per niente la penetrazione dell’open source negli USA è tra le più basse del mondo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: