Un vero programma per disegnare con Linux

26 febbraio 2010

Dopo un po’ di pausa dovuta a vari motivi ho deciso di ricominciare ad occuparmi del mio blog, segnalandovi un bel programma per il disegno: mypaint.

Mypaint non è un programma di fotoritocco com Gimp o Krita ma è  un programma di disegno: permette di rendere a video gli effetti tipici di pennelli, tempere, pennarelli, carboncini ecc, miscelando colori e rendendo i tratti con una naturalezza impressionante. Affiancato ad una tavoletta grafica rende veramente al massimo. Non aspettatevi filtri o effetti: avrete “solo” pennelli e colori a vostra disposizione  ma dopo pochi minuti vi verrà naturale disegnare come se aveste davanti un foglio con delle matite.

Il programma supporta i layers, e ha un canvas (in pratica il foglio di lavoro) di dimensioni infinite!

Sul sito è presente una galleria che da l’idea di cosa sia possibile fare. Il programma verrà utilizzato anche per la realizzazione del prossimo film del progetto blender (Durian)

Sul sito sono presenti pacchetti per le maggiori distro, per windows e ovviamente i file sorgenti


Mappano open days: Call for paper

21 luglio 2008

Come forse qualcuno di voi saprà già, stiamo organizzando un evento open source chiamato Mappano Open Days per il 20-21 settembre. Bene se qualcuno a Torino e dintorni ha voglia di dare una mano stiamo cercando relatori per dei talk che si terranno domenica 21 relativamente a grafica, multimedia, applicazioni per l’ufficio e il web in ambiente GNU/Linux. Il target di pubblico è formato da persone che non hanno mai usato Linux, quindi i talk dovrebbero avere un carattere informativo, molto più che tecnico.

Se volete farvi avanti potete contattarmi a ercolesessantanove [at] gmail [punto] com sostituendo il sessantanove con il numero oppure lasciando una risposta a questo post.


Apricot sta arrivando

14 luglio 2008

Da poco è disponibile sul sito della Blender foundation la prima demo giocabile di Apricot, di cui ho già parlato in post precedente.

Il demo è giocabile attraverso il motore di game interno a  Blender e ha una grafica veramente curata. La versione definitiva è prevista per fine mese.


Dopo le arance e le pesche ecco le albicocche

8 luglio 2008

No il caldo non mi ha dato alla testa (forse) mi riferisco ai nomi in codice dei progetti della Blender Foundation: Orange e Peach sono i primi 2 film (Elephants Dreams e Big Buck Bunny) a cui si aggiunge Apricot.
Apricot non è un film ma un videogioco 3d basato sui personaggi di Big Buck Bunny. PEr il 15 Luglio è prevista la presentazione ufficiale del gioco che dagli screenshots e dei filmati presenti sul sito si presenta con le carte in regola per avere successo. Il gioco è previsto per tutte le piattaforme PC: Linux, Mac e Windows.
Qui potete trovare il sito con tutte le informazioni.


Big Bucks Bunny: 1 milione di download

14 giugno 2008

Big Bucks Bunny, il film open source, è stato scaricato da quasi 1 milione di persone (ufficialmente).
Sul sito sono infatti apparse le statistiche che danno oltre 500.000 stream e oltre 400.000 download solo dai canali ufficiali (mancano all’appello 50-100.000 download dal sito italiano), a cui bisogna aggiungere tutti i vari mirror non ufficiali. E tutto questo in una sola settimana dall’uscita: sono veramente dei grandi numeri per un cortometraggio animato.
Il film è anche stato premiato con la menzione speciale al Cyborg Film Festival.


Big Bucks Bunny in arrivo

23 maggio 2008

In casa Blender tutto è pronto per il lancio del loro secondo film open source: sarà lanciato il 30 o il 31 maggio.

Per adesso sono arrivati i primi DVD. State sintonizzati.

link


Film opensource

6 maggio 2008

Forse non tutti lo sanno ma con Blender (il noto programma per la grafica 3d)  e altri strumenti opensource sono stati realizzati 2 film interamente opensource: Elephants Dream e Big Buck Bunny

Il primo film è uscito nel 2006 ed è scaricabile dal sito, (e fino a poco tempo fa era possibile anche acqistarlo in DVD).

Il secondo è praticamente terminato ed è al momento possibile preordinare i DVD o visionare i trailers. Appena terminato sarà disponibile anche in BlueRay e su pellicola per la proiezione nei cinema e ovviamente scaricabile gratuitamente in vari formati. Stanno anche lavorando a un gioco opensource con i personaggi del film.

Ma cosa distingue questi 2 film  da  altri disponibili gratuitamente sulla rete? Come ho detto prima il fatto di essere opensource: non solo è possibile scaricare i film o duplicarli (sono infatti rilasciati sotto licenza Creative Commons) ma è possibile avere anche le musiche, le texture e i modelli 3d utilizzati per la realizzazione dei personaggi e dei fondali, gli storyboard  e tutti gli script.

Che dire una scelta coraggiosa in epoca di DRM : speriamo venga premiata e altre società si muovano sulla stessa rotta!