AMD e GNU/Linux

20 giugno 2008

Su Slashdot ho trovato un articolo relativo all’impegno di AMD verso l’open source per le sue GPU.
In pratica si evidenzia come da settembre AMD stia aprendo le specifiche delle sue GPU e abbia fatto uscire driver con un miglior supporto per Linux. Adesso con la nuova Radeon HD 4850 abbiamo una bella sorpresa: i driver che la supportano vengono forniti assieme a quelli per Win sul CD. Inoltre è stato chiesto ai packagers di indicare con il pinguino sulle scatole la compatibilità con il nostro S.O. Un’altra bella novità è il supporto alla tecnologia Crossfire nei driver Linux. La ciliegina sulla torta sarebbe che rilasciassero i driver come opensource o che aumentassaro almeno i contributi di codice alla comunità che sviluppa di driver open.


Altre novità dai produttori di hardware per il mondo opensource

3 maggio 2008

Dopo le richieste dei maggiori assemblatori di PC e i primi timidi passi mossi da produttori come VIA, ecco un nuovo annuncio che non potrà che far piacere: sia Broadcom che Atheros hanno deciso di cambiare il loro approccio verso il mondo opensource.Non è chiaro se Broadcom voglia solo fornire driver closedsource oppure contribuire con driver aperti, ma Atheros ha assunto Luis Rodrigrez (che per chi non lo sapesse è lo sviluppatore del driver open ath5k) con lo scopo di integrare nel kernel Linux tutti i prodotti di Atheros.

Sembra che ormai si sia imboccata una strada in discesa per il supporto al software aperto


I produttori di hardware e l’opensource

2 maggio 2008

E’ da un po’ che mi chiedo come mai i produttori di hardware (salvo rare eccezioni) non pensino al modello opensource per i loro driver. Un driver è un pezzo di software pressochè inutile se non utilizzato assieme all’hardware per cui è progettato, quindi tutto questo segreto intorno al suo funzionamento non è utile a nessuno: con un modello di sviluppo open sarebbe possibile trovare e correggere più velocemente i bug o perfezionare le funzionalità del driver stesso senza quasi nessun peso sull’azienda produttrice, ottenendo di fatto vantaggi sia per l’utente finale che potrebbe avere un miglior supporto alle periferiche che possiede, sia per l’azienda produttrice che si troverebbe driver migliori senza investire quasi nulla.

Invece la quasi totalità delle aziende utilizza un approccio closed source (anche quando rilasciano driver per sistemi open come GNU/Linux o BSD), con problemi di compatibilità e molte volte funzionalità ridotte o bug irrisolti a volte per molti mesi.

Al momento fra i maggiori produttori di hardware possiamo solo trovare aziende come Intel, VIA e Matrox per le schede grafiche e i chipset, HP per le stampanti e gli scanner.

Poi ci sono aziende come Creative che hanno una sezione del sito chiamata opensource dove è si possibile scaricare i sorgenti driver, salvo poi proporti una licenza totalmente closed source che impedisce di fatto la modifica o la ridistribuzione dei sorgenti.

Speriamo che con la spinta richiesta dai grandi produttori di PC le cose possano cambiare presto.


I grandi costruttori di PC spingono per avere driver OpenSource

30 aprile 2008

Da un articolo su slashdot : Dell, HP e Lenovo (e altri non specificati) stanno incoraggiando fortemente i costruttori di hardware a fornire  driver opensource dei loro prodotti, in particolare quelli destinati al settore mobile e desktop.

Questa è una notizia veramente interessante: se 3 tra i più grandi assemblatori di PC (che l’anno scorso hanno fatto più del 40% delle vendite di PC nel mondo) spingono in questa direzione difficilmente le case produttrici potranno esimersi dall’accogliere la richiesta, e questo è un bene per tutto il movimento free-opensource


Driver VIA per GNU/Linux

30 aprile 2008

VIA ha aperto un sito dedicato ai driver per GNU/Linux. L’iniziativa è sicuramente lodevole, anche se al momento sono supportate solo 2 piattaforme VIA e solo per SUSE Enterprise e Ubuntu 8.04. Speriamo che con il tempo si aggiungano altre piattaforme e specialmente che forniscano i sorgenti.