E’ arrivata openmamba 1.1

6 agosto 2009

Dopo alcuni mesi di affinamenti è uscita la versione 1.1 di openmamba GNU/Linux. Ecco l’annuncio ufficiale:

E’ disponibile per il download la versione 1.1 di openmamba
milestone1.

Si tratta di una versione di mantenimento della versione 1.0 con
supporto per piattaforme hardware più recenti e correzioni per
migliorare l’usabilità e la stabilità del sistema.

Questa versione include:

– tutti gli aggiornamenti software resi disponibili successivamente
ad openmamba 1.0

– kernel 2.6.28.10 con backport dei driver wireless e audio per un
supporto dei dispositivi più recenti

– wicd network manager per un accesso più semplice alle reti
wireless

– server Xorg 1.4 e driver video aggiornati

– nuovo media installdvd per effettuare l’installazione completa del
sistema rapidamente e senza accedere alla rete

– nuovo media bootusb per l’avvio e l’installazione del sistema da un
dispositivo storage USB

– possibilità di aggiornamento da openmamba milestone1 1.0 senza
reinstallazione

openmamba milestone1 1.1 è disponibile per il download libero e
gratuito in lingua inglese ed italiana.

Nelle prossime settimane sarà resa disponibile la prima versione
pre-release di openmamba milestone2, cui è stata dedicata grossa
parte del lavoro di sviluppo degli ultimi mesi e che contiene
importanti novità. Questa versione può già essere scaricata ed
installata usando la snapshot settimanale.

Per provarla visitite il sito www.openmamba.org

Vi ricordo che openmamba è una distribuzione sviluppata in Italia e che non è basata su nessuna altra distribuzione. Oltre al supporto della comunità attraverso forum, wiki e mailing list la distribuzione dispone di un servizio di assistenza professionale garantito da Mambasoft, una software house torinese gestita dallo sviluppatore di openmamba; Mambasoft, oltre allo sviluppo di software dedidcato e all’offerta di servizi web, fornisce infatti piani di assistenza e supporto a pagamento per openmamba rivolti ad aziende e privati  a partire da cifre molto basse: 29€ per 2 mesi di supporto. E’ inoltre disponibile uno shop online dove è possibile acquistare computer, sia fissi che portatili, con openmamba preinstallato, periferiche testate e supporti di installazione. A differenza di altri negozi che vendono PC con Linux a bordo, qui i PC vengono testati per far funzionare tutte le periferiche disponibili prima della consegna al cliente e le eventuali modifiche necessarie al loro funzionamento vengono introdotte nella distribuzione in modo tale che le macchine funzionino direttamente all’installazione.


Nuovo laptop low cost con Linux a bordo

31 luglio 2008

La Carapelli Ltd, no non quella dell’olio ma una società Taiwanese specializzata nella distribuzione di prodotti informatici quali case e accessori per PC, ha messo in vendita su alibabà un mini laptop chiamato NPX-9000 dalle caratteristiche inferioni all’EEEPc  ma ad un prezzo all’apparenza molto invitante: 130USD.

Le caratteristiche del laptop sono:

400 MHz MIPS CPU (non meglio specificata)
schermo analogicho da 7″
128 MB SDRAM
1 GB Flash Memory
Tastiera da 80 tasti e Touch Pad
Sistema operativo Linux
Connectori: Slot per SD, porta VGA, 3 x  USB, Mini USB, Microfono e cuffie
Wifi 802.11g o Lan esterna tramite dongle USBe (opzionale)

La “fregatura” sta nel fatto che il lotto minimo di acquisto è di 100 pezzi e che il prezzo indicato è FOB (cioè Free on Board) mancano quindi le spese di trasporto navali, le pratiche doganali, i dazi, le tasse e le assicurazioni che possono incidere tranquillamente per qualche migliaio di dollari sul totale quindi avvicinando  il prezzo a quello di macchine ben più dotate.


EeeBox? No grazie

23 luglio 2008

Asus cavalcando il successo dei sui EeePC ha pensato bene di preparare un modello desktop chiamato Eeebox. Il pc presenta caratteristiche interessanti

CPU Atom 1.6GHz

RAM 1GB

HD 80GB

Wireless 802.11n

LAN 10/100/1000

Lettore multiformato di schede

Nota dolente? Viene fornito solo con Windows XP Home edition (anche se integra la tecnologia ExpressGate di Asus per fare il boot di un micro sistema Linux embebbed).

Il prodotto dovrebbe essere uscire ad agosto ad un prezzo di circa 250€.

Bene il prodotto sembra interessante: allora perchè ho detto no grazie?

Primo perchè non capisco perchè Asus non dia l’opzione di Linux come sistema operativo, e secondo perchè abbiamo una più che valida alternativa in casa nostra: la Acab ha prodotto Abaco un minipc con caratteristiche superiori per molti versi e ad una cifra paragonabile; e oltretutto è gia disponibile in vendita.

Il PC monta lo stesso processore e la stessa RAM del Asus (espandibile a 2Gb però), ma offre un disco da 250Gb, un masterizzatore di DVD, ha uno slot PCI per eventuali espansioni e costa 329€ incluso il modulo Wireless. Il sistema operativo scelto è Ubuntu 8.04. Anche le dimensioni (ovviamente più generose per poter alloggiare l’unità ottica) restano comunque comparabili 20x27x10 l’Abaco contro i 22,3×17,8×1,6 dell’ASUS.

Alla fine se dovessi prendere un PC con queste caratteristiche punterei sicuramente sull’Abaco per una questione di espandibilità e di sistema operativo utilizzato.


Un nuovo UMPC con Linux

21 maggio 2008

Bestlink, una società di Honk Kong, ha lanciato sul mercato il suo ultraportatile chiamato Alpha 400.

Venduto a 219$ ha un display da 7″ con risoluzione 800×480, un processore XBurst a 400 MHz (è un risc prodotto dalla Ingenic), 128MB di RAM, 1 o 2 GB di disco NAND, 3 porte USB, rete a 10/100Gb, lettore SD fino a 32GB. In opzione con un dongle si può avere la connettività wireless. Il sistema operativo montato e una non meglio specificata distro Linux.

Una macchina che ha delle limitazioni rispetto all’EEEPC (ad esempio il disco fisso USB massimo utilizzabile è da 160Gb) e non ha certamente la solidità di una ASUS alle spalle ma a circa metà del prezzo del concorrente è una soluzione che potrebbe essere interessante.

Aspettiamo qualche test per vedere come si comporta il processore e specialmente che distribuzione utilizzano (mi paiono strane le limitazioni imposte sulle specifiche).


Ecco a voi un genio del marketing

7 maggio 2008

British Telecom ha presentato un offerta irripetibile: L’Asus EEEPc con disco da 20GB in bundle con Microsoft Office!! A parte l’assurdità di offrire un prodotto Microsoft su una macchina Linux based, le specifiche di EEEPc non consentono l’installazione di Office nemmeno su XP e il risparmio del bundle rispetto all’acquisto dei singoli componenti è di ben 1,76£.
Qui il link all’articolo originale su Zeus News.