Mappano open Day 2009

20 maggio 2009

Finalmente ci siamo: mancano 3 giorni al via della seconda edizione del Mappano Open Day!

Per chi non è venuto lo scorso anno lo svolgimento dell’evento avviene su 2 binari: da un lato delle miniconferenze di 20-40 minuti senza inutili tecnicismi ma molto interessanti (o almeno spero 😉 )su vari argomenti. In pratica si vuole presentare l’opensource come soluzione fattibile alle alternative closed attraverso esempi reali: ci saranno infatti sia talk tenuti da esperti e sviluppatori (che cercheranno di usare un linguaggio comprensibile a tutti) che persone che usano l’open source nel lavoro o nella vita. Il secondo livello è quello della pratica: avremo infatti almeno 10-15 PC a disposizione di chi viene per vedere e provare i vari programmi coadiuvati da esperti che risponderanno alle domande. Sarà possibile farsi aiutare nell’installazione di Linux sulle proprie macchine. Avremo anche un lato “leggero” con  2 lan party con giochi open source gestito dalla Torino Linux Task Force. Ciliegina sulla torta dell’evento sarà la partecipazione di una Onlus (Unità di Soccorso Informatico) che si occupa di disabili e  informatica (sia hardware che software) a cui doneremo dei PC che sono stati raccolti e rimessi a nuovo grazie all’insostituibile lavoro di KappaComputer.

Il programma completo dell’evento è questo:

Ore 09.30 Apertura
Ore 09.45 Marco Valenti: la sicurezza informatica
Ore 10.30 Claudio Carnino: Abaco, minicomputer italiani per il multimedia
Ore 11.20 Lan Party con la Torino Linux Task Force
Ore 14.00 Silvia I.: Linux a scuola
Ore 14.30 Alessando Colombi: Opensource e cultura informatica
Ore 15.15 Arch.Edoardo Boero: La grafica professionale con l’opensource
Ore 16.00 Silvan Calarco: openmamba 2.0
Ore 16.45 Unità di soccorso informatico: Linux e l’opensource per i disabili
Ore 17.15 Lan Party con la Torino Linux Task Force
Ore 18.30 Chiusura evento

L’indirizzo per venerci a trovare Domenica 24 Maggio è Piazza Don Amerano 1 – Fraz.Mappano Caselle Torinese (TO)

Annunci

World of Goo

20 febbraio 2009

Qualcuno ne avrà già sentito parlare, di World of Goo: è un puzzle games con un forte accento sulla fisica. Fino a poco tempo fa era disponibile “solo” per Mac, Windows, Wii ma da una settimana circa è disponibile anche per Linux sia a 32 che 64 bit. Le principali testate di gaming lo hanno descritto in modo entusiastico, e devo dire che sono d’accordo con loro. Gli autori hanno detto “Our goal is to make games that everyone can play, with gameplay nobody has seen before” (il nostro obiettivo è fare un gioco che tutti possano giocare, con una giocabilità che nessuno abbia mai visto prima), infatti ha una logica di funzionamento semplice ma non per questo è banale, risulta molto coinvolgente insomma in una parola è semplicemente divertentissimo. L’unica pecca che gli si può trovare è nella longevità: finiti i livelli disponibili e giocato un po con il livello extra dove si deve cercare di costruire la torre più alta del mondo (confrontandosi realmente con i giocatori di tutto il mondo attaverso la connessione ad internet) perde un po’ di interesse. Ad ogni modo il gioco dimostra che non servono investimenti milionari quando ci sono buone idee (lo sviluppo del gioco infatti è costato circa 10.000$)

La cosa interessante è che gli sviluppatori, due ex EA, hanno dichiarato che le vendite per Linux sono state oltre ogni aspettativa, al punto che in 2 soli giorni le copie per Linux hanno raggiunto il 4.6% del totale di tutte le copie vendute da sempre. Inoltre il giorno dell’uscita della versione Linux hanno fatto il recordo di copie vendute.

Sul sito è disponibile una versione demo per tutte le piattaforme limitata al primo dei 5 livelli oppure è possibile acquistare la versione completa. Il gioco pur non essendo opensource, non contiene protezioni DRM: un test per verificare l’onestà degli utenti. Speriamo non vengano deluse le aspettative sotto questo punto di vista.


Giochi per Linux da Valve?

29 novembre 2008

Sembra proprio di si: la software house Valve, creatrice di giochi come Halflife, Counter Strike e left 4 Dead ha rilasciato il demo per Windows di quest’ultimo gioco con una serie di librerie con nomi inequivocabili: steamclient_linux.so studiorender_i486.so, vstdlib_i486.so, libsteam_api_linux.so e engine_i486.so.

Le librerie sono presenti solo nella versione demo, ma non in quella definitiva: però questo lascia ben sperare per una versione dedicata al pinguino a breve termine. Anche perchè la dimensione delle librerie per Linux è di circa 50 mega: che senso avrebbe aggiungere tutto questo se non si pensa ad una uscita dedicata?

Aspettiamo fiduciosi

Per chi vuole qui c’è il link alla notizia originale.


-8

12 settembre 2008

Non è la temperatura di oggi dovuta ad un inizio inatteso inizio di inverno, ma sono i giorni che mancano al Mappano Open Days.

Sabato 20/09 infatti dalle ore 09.00 inizieranno i 2 giorni voluti e pensati per diffondere il software opensource a tutti i livelli : aziende, scuole e privati avranno infatti sezioni dedicate per dialogare e conoscere la realtà opensource in Italia. Saranno molti gli ospiti di rilievo provenienti da tutta Italia che si alterneranno al tavolo delle conferenze per presentare le loro esperienze al pubblico; oltre ai relatori avremo anche volontari che si occuperanno di informare le persone riguardo all’open source e a distribuire copie di programmi e distribuzioni Linux.

Sul sito è presente il programma per la giornata di Sabato, dedicata alle aziende ed alle scuole, sia per gli insegnanti e le direzioni che per genitori che vogliano approfondire le tematiche dell’open source per la didattica. A causa dei posti limitati è necessario prenotarsi; sul sito sono indicate le modalità per la registrazione.

La giornata di domenica invece è aperta al grande pubblico e vedrà, oltre a relazioni sui diversi temi dalla sicurezza alla grafica, un linux installation party e una sezione di giochi in rete con Operarena curata dagli amici della Torino Linux Task Force. Anche per domenica sarà possibile incontrare sviluppatori ed esperti del mondo open source con cui  dialogare direttamente e ottenere copie di distribuzioni GNU/Linux e programmi open source.

Partecipate numerosi 😉


Open gamers tour a Torino: atto II

25 luglio 2008

I ragazzi della Torino Linux Task force continuano il loro tour per le birrerie di Torino con Linux e giochi open source. Questa voalta è il turno di TeeWorlds il 31/07 allo Shamrock Inn.

Per maggiori info andate sul sito http://torinolinuxtaskforce.wordpress.com/2008/07/21/open-gamers-tour-seconda-tappa-31-luglio/


Apricot sta arrivando

14 luglio 2008

Da poco è disponibile sul sito della Blender foundation la prima demo giocabile di Apricot, di cui ho già parlato in post precedente.

Il demo è giocabile attraverso il motore di game interno a  Blender e ha una grafica veramente curata. La versione definitiva è prevista per fine mese.


Dopo le arance e le pesche ecco le albicocche

8 luglio 2008

No il caldo non mi ha dato alla testa (forse) mi riferisco ai nomi in codice dei progetti della Blender Foundation: Orange e Peach sono i primi 2 film (Elephants Dreams e Big Buck Bunny) a cui si aggiunge Apricot.
Apricot non è un film ma un videogioco 3d basato sui personaggi di Big Buck Bunny. PEr il 15 Luglio è prevista la presentazione ufficiale del gioco che dagli screenshots e dei filmati presenti sul sito si presenta con le carte in regola per avere successo. Il gioco è previsto per tutte le piattaforme PC: Linux, Mac e Windows.
Qui potete trovare il sito con tutte le informazioni.