Incontro sull’open source a Torino

9 aprile 2010

Il 17 Aprile dalle 10.30 a Torino (per la precisione alla biblioteca di Falchera) ci sarà un incontro introduttivo sull’open source.

L’evento è organizzato dalla Torino Linux Task Force di concerto con la Biblioteca di Falchera. Si chiaccherà in modo amichevole di software e cultura in generale cercando di spiegare i vantaggi del mondo open source.

Se siete in zona e volete passare l’ingresso è ovviamente libero.

Annunci

24 Ottobre “Linux Day 2009”

18 ottobre 2009

Anche quest’anno in 122 città italiane si terrà il Linux Day. In particolare vi voglio parlare del LD di Torino, anche perchè quest’anno faccio parte degli organizzatori ;-P

Come da 3 anni a questa parte si terrà presso Cascina Roccafranca in Via Edoardo Rubino 45. L’evento inizierà alle 13:30 e divisi in 5 sale si terrano 21 talk più un Install Party. I talk saranno divisi in 3 gruppi: principianti, intermedi ed esperti. Avremo fra gli altri Sun Microsystem che farà una comparazione fra OpenSolaris e Linux, Arduino che presenta un progetto con l’omonima scheda, Redomino con un talk sul groupware e le intranet, un talk sulla GreenIT (ovvero come risparmiare energia col pinguino) e una introduzione di Luca Robotti (il consigliere regionale che ha presentato la legge sull’open source nelle PA che è ormai alle fase finali, si sta infatti preparando il regolamento attuativo). L’elenco completo dei talk con orari e informazioni aggiuntive è disponibile sul sito del LD Torino

Ci sarà uno spazio dedicato ai gadget con magliette spille e adesivi e copie della rivista Linux Pro. Sarà inoltre possibile avere, con una piccola offerta, delle chiavette USB da 4GB con sopra distribuzioni Linux (ma dovete essere veloci perchè ce ne sono poche) o copie di CD/DVD con la vostra distro preferita. Sarà anche possibile acquistare i kit di Arduino risparmiando le spese di spedizione. A tal proposito se siete interessati ad un kit e sapete di venire per certo segnalatemelo così ve lo faccio portare  e sieti sicuri di trovarlo.

Vi aspetto numerosi!


Creative Commons in festa a Torino

16 giugno 2009

A Torino, qualche giorno fa, abbiamo gettato le basi di un nuovo gruppo dedicato alla promozione dell’open source e delle opere prodotte sotto Creative Commons, chiamato Torino Open; di seguito la descrizione ufficiale del gruppo:

TorinoOpen è un gruppo informale di persone che dal giugno 2009 hanno iniziato a collaborare tra di loro sulle tematiche legate alla diffusione delle opere dell’intelletto. TorinoOpen si è autocostituito come tavolo di confronto aperto al contributo di chiunque a titolo personale volesse entrare a farne parte. In special modo, ha iniziato a riflettere sulle problematiche riguardanti le libertà digitali e i vincoli che limitano la libera distribuzione delle creazioni artistiche. La diffusione dei programmi open source e del sistema operativo Linux, la fruizione dei contenuti artistico-culturali gratuitamente distribuiti attraverso la licenza Creative Commons, sono i temi posti al centro di una riflessione trasversale. Il gruppo intende svilupparla a livello locale sotto la forma di pubblico confronto presso l’opinione pubblica. TorinoOpen ha ricevuto un deciso sostegno da parte di Arci Torino che all’interno del proprio sistema associativo intende promuovere l’utilizzo di Linux. Sistema operativo fondato sulla condivisione di conoscenze e la loro circolazione in seno ad un ampia comunità di utenti, quest’ultimo si pone come soluzione alternativa, che simboleggia la possibilità di sperimentare un linguaggio sempre modificabile da chi sceglie di usarlo.
La stessa filosofia che favorisce la libera sperimentazione caratterizza la distribuzione di prodotti culturali come la musica non coperta da copyright e poiché la diffusione di nuove produzioni musicali è un obiettivo di Arci.

Come primo passo si è deciso di organizzare per domenica prossima, nell’ambito della manifestazione MuseoSera e nella fattispecie della Festa della Musica dell’Arci una serata con aperitivo, proiezione di film prodotti secondo creative commons, 2 concerti live di Drum&Bass e un area dedicata alla masterizzazione e copia su chiavetta usb portate da casa di distribuzioni Linux e musica prelevata legalmente da Jamendo. Qui la pagina ufficiale dell’evento con il programma completo: partecipate numerosi


A Torino verranno dati netbook agli studenti

12 ottobre 2008

Dopo un po’ di assenza dovuta a vari impegni rieccomi a commentare una notizia apparsa su PI: in pratica si vuole sperimentare l’adozione di netbook in dotazione ai ragazzi di 2 scuole elementari di Torino e provincia da affiancare ai tradizionali metodi di studio. Il netbook è stato scelto in modo che sia facilmente trasportabile, visto che i ragazzi potranno portarlo a casa finite le lezioni. Fra i molti modelli disponibili si è optato per 55 esemplari di  JumPC che saranno ceduti in comodato gratuito alle scuole da Olidata. Sulla macchina saranno installati parecchi programmi didatti opensource e freeware, e fin qui tutto bene, inoltre la macchina potrà andare su internet ma sarà filtrata in modo da permettere l’accesso ad una lista di 700 siti selezionati con la possibilità di sblocco attraverso una password da parte dei genitori  o degli insegnanti. Come chi mi segue ormai saprà a questo punto arriva il lato negativo: già perchè un’altro sponsor è niente meno che BigM, la quale ha dotato i netbook del caro vecchio Windows XP. Ciliegina sulla torta il tutto è gestito attraverso un programma che si chiama Magic Desktop che funge da interfaccia fra il sistema operativo è il ragazzo.

Esistono alternative molto valide per la didattica in campo opensource partendo da Gcompris per arrivare a Squeak quindi perchè utilizzare un prodotto commerciale per fare da mera interfaccia verso programmi opensource?

Far impratichire i nostri ragazzi con i computer è una ottima cosa, io stesso lascio usare a mia figlia di 4 anni il computer di casa con GCompris, e l’idea di dare un netbook in dotazione è lodevole, non tutti infatti possono permettersi l’acquisto di un PC e non sarebbe giusto discriminare chi non ne ha la possibilità; però viste le finalità dell’esperimento se si fosse optato per una distribuzione Linux live con integrati gli strumenti necessari (tipo Edubuntu 101%), si potevano fornire PC fissi nelle scuole (spesso già presenti nei laboratori) e aiutare le famiglie che non possedessero già un computer fornendogliene uno o provvedendo con riduzioni sul costo di acquisto: con l’equivalente dei 55 netbook acquistati (300 euro cad.) si possono acquistare almeno 70-80 PC con prestazioni e dotazioni software superiori: quindi sarebbe possibile allestire almeno 2 aule didattiche nuove  avanzando ancora 20 PC da dare alle famiglie. I netbook, per quanto validi, hanno oggettivi problemi di usabilità, innanzi tutto la tastiera molto piccola, poi lo schermo a bassa risoluzione e di soli 7″ di diagonale, la posizione relativa monitor-tastiera poco ergonomica, la durata delle batterie e le possibilità di smarrire o danneggiare il PC durante il tragitto scuola-casa.

Anche l’idea di usare un programma come Desktop Magic è secondo me discutibile: in 5 elementare i ragazzi hanno tranquillamente la capacità di usare un PC normale, ma qui il problema è che scegliendo Windows come sistema operativo diventava probabilmente troppo difficile costruire una situazione “blindata” per i ragazzi. La soluzione di utilizzare un LiveCD di Linux invece avrebbe escluso molti problemi di sicurezza e avrebbe permesso, a parità di investimento, la fruizione di un servizio migliore ad un numero maggiore di persone. Inoltre il voler sempre semplificare e “proteggere” i ragazzi costruendogli attorno reti e barriere di protezione li rende solo incapaci di affrontare quella che sarà poi la vita reale.

Comunque, come diceva qualcuno: piuttosto che niente meglio piuttosto…


Open gamers tour a Torino: atto II

25 luglio 2008

I ragazzi della Torino Linux Task force continuano il loro tour per le birrerie di Torino con Linux e giochi open source. Questa voalta è il turno di TeeWorlds il 31/07 allo Shamrock Inn.

Per maggiori info andate sul sito http://torinolinuxtaskforce.wordpress.com/2008/07/21/open-gamers-tour-seconda-tappa-31-luglio/


Open Gamers Tour a Torino

2 luglio 2008

Abbiamo provato a spiegarlo con le buone che con Linux si gioca alle grande: adesso passiamo alle cattive: questo è il motto dell’ Open Gamers Tour organizzato dalla Linux Task Force: sono delle serate dedicate ad OpenArena che si terranno nelle birrerie di Torino. Si parte il 10 Luglio all’isle of Skye alle 21.00.

Per maggiori info vedete qui